Al momento stai visualizzando Un’Annata a Barbaresco

Un’Annata a Barbaresco

Sono in tutto 34 Voci in bianco e nero, racconti di anziani e di più giovani produttori, anche giovanissimi, in una raccolta di video pillole (da 1 a 3-4 minuti) in cui ognuno ricorda liberamente “Un’Annata a Barbaresco”: la sua annata memorabile, dalla più lontana alla più recente, dalla più fortunata alla più difficile, oppure l’annata dei ricordi affettivi e degli avvenimenti personali, professionali e familiari.

Per esempio, Federico Ceretto, amministratore delegato di Ceretto Aziende Vitivinicole, descrive il 1996 come una “grandissima vendemmia, una delle annate di una volta … ”; oppure Sergio Minuto di cantina Moccagatta e l’anziano Pino Taliano, proprietario di Montaribaldi, che si spingono al lontano 1971, quando si produsse poco, ma molto bene; e ancora un altro veterano del Barbaresco Docg, Carlo Giacosa, titolare dell’omonima cantina, torna con i suoi ricordi al 1970 quando con un tempestivo trattamento in vigna riuscì a prevenire la peronospora, una delle peggiori malattie della vite, e a salvare per tempo la vendemmia.

La raccolta video Un’Annata a Barbaresco è collegata al progetto Volti di Barbaresco, la mostra fotografica in bianco e nero, permanente, en plein air, in grande formato, allestita intorno alla Torre medievale del piccolo Comune in provincia di Cuneo.

Sono, questi, i Volti dei produttori che hanno reso grande e famoso il Barbaresco Docg nel mondo, una collezione di immagini che sfida il tempo, come i grandi vini: stampate su pvc adesivo polimerico plastificato per resistere anni alle intemperie (forte insolazione, pioggia, umidità).

Il progetto video e fotografico è stato realizzato da Max Rella, fotoreporter, giornalista di viaggi e turismo enogastronomico ed è disponibile su touch screen dentro il Museo Cavazza, nella Torre di Barbaresco, e anche online sul canale YouTube dedicato a Volti di Barbaresco: 

www.youtube.com/channel/UCOh-Tz1pza7ZGAJsxeIDdnQ

Questo l’elenco dei produttori della raccolta video: Alberto di Grésy (Tenute Cisa Asinari dei Marchesi di Grésy); Bruno Rocca (az. agricola Rabajà); Carlo Boffa (Boffa); Carlo Giacosa (Carlo Giacosa); Daniela Rigo (Cascina Rabaglio); Daniela Rocca (Albino Rocca); Danilo Quazzolo (Quazzolo Vini); Dave Fletcher (Fletcher Wines); Emanuele Musso (Musso); Federico Ceretto (Ceretto Aziende Vitivinicole); Franco Bianco (Castello di Verduno); Giancarlo Rocca (Ronchi); Giovanna Rizzolio (Cascina delle Rose); Giuseppe Marengo (Ca’ Rome’); Guido Rivella (Silvia Rivella); Luca Roagna (Roagna); Marco Viglino (La Vedetta); Marziano Abbona (Abbona); Massimo Rattalino (Rattalino); Marco Piacentino (Socré); Matteo Rocca (Luigi Giordano); Natale Vacca (Produttori del Barbaresco); Olek Bondonio (La Berchialla); Paolo Veglio (Cascina Roccalini); Pier Carlo Cortese (Cortese Giuseppe); Piercarlo Culasso (Culasso Piercarlo); Pietro Paolo Berutti (La Spinona); Pino Taliano (Montaribaldi); Rino Varaldo (Varaldo Rino); Roberto Minuto (Cascina Luisin); Sergio Minuto (Moccagatta); Teobaldo Rivella (Serafino Rivella); Valentina e Davide Abbona (Cascina Bruciata); Valter Anfosso (De Forville).