Torna “Buongiorno Ceramica!”

Torna “Buongiorno Ceramica!”

Dal 19 maggio torna in molte città italiane “BUONGIORNO CERAMICA!” l’evento che ha cambiato la percezione della ceramica e delle manifestazioni tra l’artigianato e l’arte, facendone un appuntamento tra il culturale e il tempo libero imperdibile.

Nella sostanza una riscoperta di una forma artigiale storica del nostro paese che non vuol dire solo tradizione ma anche innovazione per opera di designer e maker innovatori insieme a maestri e a artisti da generazioni.

Un fine settimana in cui ovunque nelle città coinvolte si respira un’energia in grado di dare a tutti la percezione che alla bellezza si può dare forma e praticandola se ne può essere artefici. Impossibile non cercare di raggiungere una delle 40 Città della Ceramica dove nell’arco di un weekend si succedono Performance, Laboratori, Concerti, Aperitivi col Maestro, Degustazioni, Mostre, Installazioni, Workshop, Letture, e molto altro.

Una kermesse che nell’arco di tre anni ha fatto emergere il piacere di modellare e dipingere, ma anche il desiderio di scoprire l’artigianato d’arte; ha fatto incontrare fuori e dentro gli spazi di lavoro, gli atelier, i musei, gli artigiani e gli amanti del fatto a mano, coloro i quali sono attenti alla creatività. Soprattutto una kermesse che ha fatto crescere attraverso l’Italia, e non solo, la comunità dei Ceramica LOVERS. Quegli stessi che quest’anno si ritroveranno tutti insieme quando si spalancheranno le porte dei laboratori, delle fornaci, dei musei, delle botteghe e per 48 ore sarà un susseguirsi di eventi ai quali partecipare e da condividere. Le iniziative in programma, in continuo aggiornamento, sono consultabili sul sito www.buongiornoceramica.it e si svolgono in contemporanea nell’arco della due giorni nelle 40 città di antica tradizione ceramica in tutto il territorio nazionale mentre sono in corso rapporti con tanti altri Paesi europei e già hanno confermato la partecipazione Austria, Croazia e Portogallo. “Con Buongiorno Ceramica! – sostengono gli organizzatori – vogliamo promuovere la cultura della ceramica artistica e artigianale, per riportarla al centro dei canoni e dei costumi italiani. In questi due giorni il pubblico e i cittadini hanno la possibilità di scoprire da vicino il valore di botteghe, laboratori, atelier, ma anche musei e altri luoghi in cui quotidianamente la ceramica viene fatta e pensata. Il dialogo e il confronto con il pubblico è uno stimolo anche per gli stessi ceramisti e artisti, che con passione portano avanti il valore del fatto a mano e della tradizione, aprendo al contempo spazi alla contaminazione necessaria con i linguaggi dell’arte contemporanea e del design e guardando da vicino l’evoluzione dello stile e del gusto. Il grande successo delle precedenti edizioni ci conferma che siamo sulla strada giusta.

Le 40 città di antica tradizione ceramica sono: Albisola Superiore, Albissola Marina, Ariano Irpino, Ascoli Piceno, Assemini, Bassano del Grappa, Borgo San Lorenzo, Burgio, Caltagirone, Castellamonte, Castelli, Cava dei Tirreni, Cerreto Sannita, Civita Castellana, Cutrofiano, Deruta, Este, Faenza, Grottaglie, Gualdo Tadino, Gubbio, Impruneta, Laterza, Laveno Mombello, Lodi, Mondovì, Montelupo Fiorentino, Napoli-Capodimonte, Nove, Oristano, Orvieto, San Lorenzello, Santo Stefano di Camastra, Sciacca, Sesto Fiorentino, Squillace, Urbania, Vietri sul Mare, Viterbo.