Nelle “Terre Traverse” dell’Emilia partono i week end verdiani a base e di enogastronomia

Nelle “Terre Traverse” dell’Emilia partono i week end verdiani a base e di enogastronomia

Da venerdi prossimo, l’Associazione culturale di aziende agricole “Le Terre Traverse” propone un ricco programma annuale di iniziative e proposte per il week-end intitolato Nella pianura di Giuseppe Verdi, quel territorio tra l’Appennino emiliano e il Po compreso tra il Piacentino e il Parmense – un tempo unito nel Ducato di Parma e Piacenza – in cui Giuseppe Verdi, grandissimo musicista nonché innovativo imprenditore agricolo e “buongustaio raffinato”, visse tutta la vita, componendo e gestendo attivamente i suoi oltre mille ettari di poderi.
Il programma proposto dall’Associazione Le Terre Traverse – che intende promuovere un patrimonio territoriale coniugando i saperi dell’antica civiltà contadina con i diversi linguaggi dell’arte e l’ospitalità in una terra tradizionalmente capace di nutrire il corpo e lo spirito – si dipana fino a Dicembre in un’articolata serie di week-end lunghi – dal Venerdì alla Domenica – con iniziative, spettacoli, incontri e piccoli corsi in agriturismi e tenute di interesse architettonico e naturalistico, affiancando proposte e luoghi più classicamente culturali ad appuntamenti e contesti legati alle tradizioni rurali del territorio, come esperienze in cascina o in aziende agricole e vitivinicole di eccellenza e percorsi enogastronomici, visite ad antiche abbazie e castelli, borghi fortificati e oasi naturalistiche, siti archeologici e musei nonché ai veri e propri luoghi verdian

All’interno del cartellone di proposte culturali ed enogastronomiche del 2018, l’Associazione Le Terre Traverse suggerisce tre week-end che mettono al centro la poliedrica figura di Giuseppe Verdi, declinato in musica, parole, cibo e teatro – perlopiù nel contesto delle splendide cascine di quel territorio al confine tra Piacentino e Parmense chiamato Terre Traverse che fu, appunto, la patria del musicista-agricolto

Il cosiddetto “mese verdiano” si apre, Sabato 23 Giugno alle ore 21,30, con VivaVerdi, riproposizione del Concerto di gala dei vincitori del 56° Concorso Internazionale di Voci Verdiane Città di Busseto, qui ambientato all’aperto, nel magnifico cortile porticato dell’antica Azienda agricola Podere “Castello”, a Cadeo, in un’iniziativa che vede la collaborazione dei due comuni appartenenti alle province limitrofe di Parma e Piacenza, un tempo unite nel Ducato unificato dai Farnese. Completa la serata l’intervento fotografico, a cura di CCF-Circolo CineFotografico di Fiorenzuola, dell’artista Linda Vukaj.

Sabato 30 Giugno alle ore 18, sempre presso l’Azienda agricola Podere “Castello” di Cadeo, insediamento nato come “ospizio per pellegrini” diretti a Roma, è in programma la presentazione del libro, edito da Garzanti, Meno grigi, più Verdi. Come un genio ha spiegato l’Italia agli Italiani del giornalista della “Stampa” Alberto Mattioli, che racconta il Verdi “antropologo civile”, capace di mettere in scena attraverso i suoi personaggi molti caratteri tipici, ancora oggi, dei suoi e nostri connazionali. Domenica 1 Luglio alle ore 21,30 presso l’Agriturismo “Battibue” di Fiorenzuola d’Arda, sito in un’antica cascina, va in scena il poetico spettacolo per adulti e bambini Il piccolo Verdi del Teatro Medico Ipnotico con i burattinai Patrizio Dall’Argine e Veronica Ambrosini, curatori anche di burattini, scene e costumi, e il pianista Enrico Padovani

Infine il cartellone delle Terre Traverse propone, Venerdì 13 Luglio alle ore 20,30, nello splendido cortile con doppio ordine di logge, dello storico Castello di San Pietro in Cerro, Verdi tra le stelle, cena gourmet con le ricette di casa Verdi. Segue, Sabato 14 Luglio alle ore 21,30 presso l’Agriturismo e Museo Contadino “Casa della Memoria Casella”, a San Protaso, l’omaggio – nell’anno rossiniano del centocinquantenario della morte – Rossini, Verdi, la grande lirica e la cucina italiana, con parole e musica a cura del Maestro Ennio Cominetti, autore del libro Ah, che bel vivere… Guida ai piaceri della tavola e ai luoghi del grande Rossini, edizioni EurArte, e del soprano Ayako Nishiyuki

Oltre ai classici luoghi verdiani, dalla minuscola casa natale nella frazione bussetana di Roncole Verdi alla splendida Villa Verdi a Sant’Agata di Villanova sull’Arda, in questo territorio a cavallo tra Piacentino e Parmense che fu, appunto, la patria del grande musicista-agricoltore, l’Associazione “Le Terre Traverse” suggerisce di visitare luoghi d’arte, come l’Abbazia cistercense di Chiaravalle della Colomba, il borgo fortificato di Vigoleno, che ospita il Museo degli Orsanti, gli artisti di strada che giravano l’Europa con orsi ammaestrati, burattini e strumenti musicali, o il sito archeologico di Veleia Romana, luoghi di interesse naturalistico, come il Parco di Isola Giarola, ma anche la Latteria sociale “Lo stallone”, caseificio del Consorzio Tutela Grana Padano o il Laboratorio di trasformazione della frutta e verdura situato nella magnifica cascina di fine ’700 dell’azienda agricola “Pizzavacca”, premiata dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.