Cresce a Celleno il Presepe vivente

Cresce a Celleno il Presepe vivente

Si moltiplicano in tutta Italia i presepi viventi che attirano sempre più visitatori provenienti anche dall’estero. Il più conosciuto è sicuramente quello di Greccio ma ce ne sono molti in crescita, soprattutto quelli che possono offrire un contorno di accoglienza turistica. Un esempio per tutti in Tuscia nel viterbese
Dopo il successo degli scorsi anni torna il presepe vivente a Celleno, con più di 100 figuranti in abiti d’epoca, tra i più conosciuti della Tuscia e del centro Italia. La rappresentazione tradizionale richiama migliaia di persone ogni anno nel paese in Provincia di Viterbo.  L’evento si terrà in doppia data: il 26 dicembre 2019 e il 5 gennaio 2020.

 

Il presepe caratteristico si snoda in tutto il paese antico, in vie, piazze, antichi forni e strade coperte dell’antico Borgo fantasma. In questa cornice viene ricreato il villaggio che ha visto venire alla luce un piccolo re, il re Gesù. I figuranti negli abiti dell’epoca, le luci, i fuochi rendono ancora più magica l’atmosfera. 
La Natività si sposa con la tradizione dei luoghi e dei sapori locali. Nella magica atmosfera è possibile rivivere quell’incanto e assaggiare delle ottime pietanze messe a vostra disposizione nelle antiche botteghe ricostruite per l’occasione che offrono: focacce sfornate nel vecchio forno a legna, polenta e frittelle, tisane e caldarroste, formaggi appena fatti, bevande calde.