Augsburg si propone all’Unesco come Patrimonio dell’Umanità

Augsburg si propone all’Unesco come Patrimonio dell’Umanità

La città di Augsburg in Germania ha espresso il suo interesse a diventare un sito patrimonio mondiale dell’UNESCO fin dal 2011. A questo scopo, la città ha istituito un apposito ufficio per promuovere la sua candidatura. All’inizio del 2018 è iniziata la fase cruciale del processo di candidatura con la presentazione di un progetto, di oltre 800 pagine, con mappe e dati dettagliati. La decisione dell’UNESCO è prevista entro questa estate.

La straordinaria storia dell’acqua di Augsburg e dei suoi canali – è questa la motivazione della richiesta – è stata creata da una sinergia di ingegno umano, conoscenza ingegneristica e amore per l’arte. È raro trovare un unico luogo dove il sistema di gestione dell’acqua sia accuratamente documentato da più di 800 anni. Ad Augsburg l’intricata interazione tra lo spirito innovativo e tecnico è sorprendente. Nei secoli, gli intraprendenti ingegneri e studiosi di Augsburg sono stati dei precursori in Europa. Sono riusciti a reindirizzare l’acqua dei fiumi Lech, Wertach e Singold, in modo che le loro acque raggiungessero l’intera città. I canali, che portano l’acqua dentro e fuori dalla città dall’ottavo secolo, scorrono attraverso l’intera città. I sistemi di canali del Lech e del Wertach, per esempio, corrono paralleli l’uno all’altro prima di unirsi a Wolfzahnau, per poi tornare a convergere nei rispetti fiumi di origine.

Pochissime città in Germania hanno più canali di Augsburg. Questo è anche il motivo per cui ci sono ad Augsburg più ponti che a Venezia. Più di 500!

Sono invece in totale 22 le stazioni del sistema idrico di Augsburg visitabili e che sono anche descritte, ognuna con la propria storia, nel sito www.wassersystem-augsburg.de e nei due video iniziali. Tra queste, forse la più conosciuta è il “Wasserwerk am Roten Tor”. L’edificio è il più antico tra quelli esistenti in Germania e in Europa centrale. A partire dal 1416 e fino al 1879, per ben 463 anni, ha approvvigionato di acqua potabile Augsburg. Le artistiche fontane, la gestione dell’acqua potabile, della energia prodotta dal sistema idrico e la magistrale costruzione degli impianti, sono i quattro pilastri inseriti nella richiesta di Augsburg di diventare sito patrimonio mondiale dell’UNESCO.