La Dynys festeggia i 100 anni della Repubblica Armena

La Dynys festeggia i 100 anni della Repubblica Armena

Sempre più sfruttata nel mondo l’arte contemporanea per attrarre nuovo turismo. E’ anche il caso della Repubblica Armena che per i suoi cento anni da nascita ha voluto presentare nella sua capitale una grande mostra internazionale con oltre settanta artisti provenienti da varie parti del mondo. Per l’Italia c’è anche Chiara Dynys con una sua installazione.
Yerevan quindi apre le porte all’arte contemporanea con la mostra “International Contemporary Art Exhibition: Armenia 2018 (ICAE2018). Soundlines of Contemporary Art” che coinvolge la capitale attraverso l’esposizione in sette sedi.
La manifestazione, che inizia alla fine del mese di settembre, unisce vari mezzi espressivi e mette in dialogo artisti provenienti da tutti i continenti, ponendo al centro dell’attenzione concetti chiave come l’interazione culturale, la circolazione del pensiero, il confine come soglia reale e mentale che divide allo stesso tempo consente lo scambio e il dialogo.

Chiara Dynys espone all’Hay Art Cultural Center la grande installazione “Vega”, composta da oltre quaranta forme ovali in metacrilato che contengono notturni di luoghi simbolo di una Mitteleuropa magica, su cui astri di oro zecchino su vetro ci portano a pensare che le “stelle stanno a guardare” gli sconvolgimenti della Storia.