LOADING

Type to search

Sul Monte Bianco si celebra con musica e cucina il genio di Gioacchino Rossini

Cibo, arte e viaggi

Sul Monte Bianco si celebra con musica e cucina il genio di Gioacchino Rossini

studiokina 30 Ottobre 2018

Musica, montagna e manicaretti. Un modo diverso e per certi versi bizzarro per festeggiare una ricorrenza e rendere omaggio ad un grande della cultura italiana.
L’appuntamento è in alta quota, in un luogo magico, per celebrare Gioachino Rossini. Il prossimo 3 novembre,Skyway Monte Bianco, l’avveniristica funivia che collega Courmayeur ai 3.466 metri di Punta Helbronner, ospiterà uno degli eventi di punta del 150° anniversario della morte di Rossini, che per la prima volta verrà celebrato sulla vetta più alta d’Italia.

L’appuntamento del 3 novembre seguirà un canovaccio assolutamente originale: a salire in alta quota saranno non solamente le celebri arie del grande compositore, ma anche le sue ricette. Creatività, gusto e passione da assaporare in una location “di frontiera”, sospesa tra Italia e Francia, nel panorama di vette della stazione intermedia di Skyway, il Pavillon du Mont Fréty (2.173 m).

“L’idea è quella di portare il celebre ‘Salon du samedi soir’ che Rossini teneva a Parigi, per una sera sul tetto d’Europa, un evento per il pubblico di oggi, ma che sarebbe stato gradito al maestro” spiega Daniele Vimini, Vice Sindaco del Comune di Pesaro e presidente del Rossini Opera Festival.“La sua musica e i migliori prodotti della tavola, oggi come nel XIX secolo, faranno da cornice al racconto degli eventi che lo celebreranno nel 150esimo della morte”.

“Crediamo che la magnificenza del Monte Bianco sia il luogo perfetto per celebrare l’intramontabile opera di Gioachino Rossini – dice Federica Bieller, presidente delle Funivie Monte Bianco Spa – Skyway Monte Bianco permette di toccare il punto più basso del cielo nel punto più alto d’Italia connettendoci così con l’eternità del suo genio”.