LOADING

Type to search

Siti Unesco. A Roma il Salone Mondiale

Mondo

Siti Unesco. A Roma il Salone Mondiale

studiokina 18 Settembre 2020

Al via dal 24 al 26 settembre prossimo al WeGil, hub culturale nel cuore di Trastevere, la seconda edizione romana del Salone mondiale Città e Siti Unesco, World Tourism Event. I siti patrimonio dell’Umanità partecipanti al Salone saranno ospitati in questo spazio innovativo e funzionale, facilmente raggiungibile dal pubblico, per far conoscere la propria offerta turistica e promuovere un turismo culturale più consapevole e responsabile. Naturalmente, sarà posta particolare attenzione al rispetto delle norme anti-Covid, per garantire una fruizione sicura, oltre che piacevole, del salone. Tra gli altri, vi prenderanno parte, oltre alla Regione Lazio, partner dell’evento, la Regione Veneto, la Città di Assisi, la Città metropolitana di Napoli, la Fondazione Barumini, la Fondazione Aquileia, il Parco della Sila, l’Ente del Turismo di Gran Canaria, e, per la prima volta, il Guatemala; l’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale, Fiavet, Federalberghi.

Spiega Marco Citerbo, direttore del WTE Unesco: “il WTE 2020 sarà il primo evento di promozione turistica in calendario nel secondo semestre. La manifestazione rappresenta un punto di inizio per la ripresa e anche un’occasione per valutare un nuovo modello economico di turismo, focalizzato sulla cura dei territori, sulla loro cultura e sulla qualità dei servizi offerti. Stiamo lavorando -afferma- per offrire agli operatori e al pubblico un evento ancora più orientato al futuro. L’emergenza ha messo in seria crisi il settore, ma non solo, ha messo in crisi molte nostre certezze. È, quindi, necessario ripartire con idee, sistemi e strategie diverse.”

Come ogni anno, il WTE sarà strutturato in un’area espositiva a ingresso gratuito, in cui, per tutta la durata dell’evento, coloro che sono interessati potranno scoprire le tante novità del settore e avere tutte le informazioni di viaggio necessarie. L’area resterà aperta tutti i giorni dalle 10 alle 18, nel pieno rispetto delle norme anti Covid. Quindi, sarà organizzata la Borsa del Turismo online, il primo evento in Italia ad utilizzare questo sistema innovativo, con piattaforma online che farà incontrare l’offerta turistica italiana con la domanda italiana e straniera e permetterà di incrementare notevolmente il numero di appuntamenti (con agenda online) rispetto agli anni precedenti. Per l’occasione sono stati selezionati agenzie e tour operator italiani, tour operator dei principali paesi europei -Norvegia, Svezia, Danimarca, Spagna, Francia, Belgio, Olanda, Germania, Austria, Svizzera, Regno Unito- ma anche di Israele e Stati Uniti.

Infine, confermato un ricco calendario di appuntamenti di approfondimento per il focus scientifico realizzato in collaborazione con Robert Piattelli e BTO Educational, nelle tre giornate dell’evento. Il palinsesto scientifico dell’edizione 2020 mette al centro le dinamiche di sviluppo economico e non solo degli ecosistemi UNESCO nati e cresciuti attorno ad attratto pivot, con l’esempio specifico e la testimonianza di alcuni siti selezionati.

Dal 2017, partecipano al WTE Unesco non solo siti e città già inserite all’interno della Unesco World Heritage List, ma anche i club Unesco e i comuni che hanno presentato la candidatura di un bene o sito all’interno della Tentative List. Per questi ultimi, infatti, il Salone rappresenta un’importante occasione di promozione e di scambio di pratiche in vista del riconoscimento a bene Unesco.