LOADING

Type to search

Roma presenta le chiese delle corporazioni

Le città propongono

Roma presenta le chiese delle corporazioni

studiokina 19 Febbraio 2019

Dal 25 febbraio all’11 marzo si terrà la III edizione delle Chiese delle Corporazioni delle Arti e dei Mestieri a Roma, un modo diverso per conoscere aspetti della città eterna non legati al solo Impero.

Durante queste due settimane si potranno visitare le chiese che furono le sedi delle Corporazioni delle Arti e dei Mestieri che si sono sviluppati soprattutto nel corso del secondo millennio dipo Cristo. Ognuna con una propria attitudine ed importanza, queste chiese non furono solo luoghi di fede e di sviluppo artistico ma riunirono generazioni di artigiani e lavoratori che diedero così vita ad antiche tradizioni che ancora oggi vengono portate avanti dai membri delle antiche confraternite.

Chiese ricavate all’interno di antiche strutture romane come Sant’Angelo in Pescheria nel Portico d’Ottavia o Santa Barbara dei Librai sulle rovine del Teatro di Pompeo, sorte in cappelle ed oratori medievali come i Marmorari ai Santi Quattro Coronari e i Molinari a San Bartolomeo all’Isola, oppure progettate ex novo nella grande stagione barocca da illustri architetti come Pietro da Cortona in Santi Luca e Martina o Filippo Raguzzini in Santa Maria della Quercia.

Un viaggio nella Roma del passato per conoscere le chiese dei pizzicaroli e vermicellari, funari e falegnami, macellari e vetturini, osti e vignaroli, marmorari e barbieri, pasticcieri e ferracocchi vi aspettano a casa loro.