LOADING

Type to search

Malta si affida a Leica e alla fotografia per La Valletta

Cibo, arte e viaggi

Malta si affida a Leica e alla fotografia per La Valletta

studiokina 26 Gennaio 2018

Col titolo Malta 2018, inaugura oggi a Milano la mostra dedicata a Malta frutto di un’importante collaborazione tra Malta Tourism Authority e Leica Camera Italia.
L’inaugurazione di questa mostra coincide con un momento molto particolare e rilevante per Malta. Infatti, proprio in questi giorni, si inaugura il programma ufficiale di Valletta Capitale Europea della Cultura 2018. L’obiettivo di Valletta 2018: diffondere e mostrare Malta in altri paesi, fuori dalla sua comfort zone, al fine di creare scambio, generare stimoli, suscitare curiosità e diffondere cultura. Basteranno le fotografie? Il dubbio appare legittimo per un paese che deve riacquistare fiducia presso l’opinione pubblica. L’inaugurazione di questa mostra, rappresenta quindi un’importante opportunità di visibilità che Malta sostiene per rinforzare l’avvio di un anno estremamente importante per la cultura maltese. Perchè proprio la cultura appare come la carta da giocare fino in fondo, cosa che finora non è stata fatta.
Il Direttore Malta Tourism Authority Italia, Claude Zammit Trevisan, ha spiegato meglio da cosa è nata la collaborazione tra MTA e Leica: ‘La forza dell’immagine, nell’uso quotidiano delle piattaforme social, è una certezza che si pone al centro dello scambio e dell’interattività tra le persone. Nelle decisioni dei viaggiatori, l’immagine rimane inoltre uno dei moventi principali che spingono una persona a visitare un luogo. Per questo abbiamo avviato questo progetto con Leica. Il risultato è una galleria dai contenuti talvolta insoliti e lontani dalle tipiche immagini da cartolina che, in qualità di Ente Promozionale del Paese, abitualmente mostriamo al nostro pubblico estero”.
Le foto sono firmate da 6 differenti fotografi, tutti Leica Ambassador: Alessandro Mallamaci (autore oltre che curatore dell’allestimento), Maurizio Beucci, Andrea Boccalini, Cristiano Zabeo, Eolo Perfido, Marc De Tollenaere.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *