LOADING

Type to search

La scultura in terracotta a Padova nel Rinascimento

Le città propongono

La scultura in terracotta a Padova nel Rinascimento

studiokina 23 Gennaio 2020

Il Museo diocesano di Padova si sta preparando a inaugurare, dal 15 febbraio, la mostra “A NOSTRA IMMAGINE. SCULTURA IN TERRACOTTA DEL RINASCIMENTO. DA DONATELLO A RICCIO”. Mostra che rappresenta anche la conclusione di un progetto triennale, portato avanti insieme all’Ufficio diocesano Beni culturali dedicato alla conoscenza, studio, recupero e valorizzazione di questo specifico patrimonio artistico creato in particolare per spazi sacri e per la devozione pubblica e privata: le sculture in terracotta realizzate nel Rinascimento nel territorio a Padova.

È proprio a Padova, infatti, che tra Quattrocento e Cinquecento si registra una straordinaria fioritura di sculture in terracotta, grazie anche alla presenza prolungata e attiva in città di Donatello (impegnato nel cantiere della Basilica di Sant’Antonio, 1443-1453) e della sua bottega, e, dopo di lui, di artisti quali Bartolomeo Bellano, Giovanni De Fondulis e Andrea Riccio. Scultori che creavano capolavori in pietra, marmo, bronzo, ma anche nella più umile, (e meno costosa) terracotta. Opere preziose ed espressive, e per questo molto ambite e richieste.
Per la mostra arriveranno al Museo diocesano di Padova numerose opere dal territorio – tra cui quelle restaurate grazie alla campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi “Mi sta a cuore” – ma anche significativi “prestiti” da musei internazionali, e alcuni “inediti”, per costruire un percorso artistico e storico attorno a questo particolare settore scultoreo, che si accompagnerà anche a specifici itinerari nel territorio.

Articolo precedente