LOADING

Type to search

La ceramica d’arte nel Rinascimento a Padova

Le città propongono

La ceramica d’arte nel Rinascimento a Padova

studiokina 28 Novembre 2019
La ceramica è un manufatto popolare che nel corso dei secoli ha attirato l’attenzione anche di grandi artisti che hanno poi lasciato una precisa impronta  nella storia dell’arte italiana.
Il Museo diocesano di Padova si sta preparando a inaugurare, nel febbraio 2020, la mostra “A NOSTRA IMMAGINE. SCULTURA IN TERRACOTTA DEL RINASCIMENTO. DA DONATELLO A RICCIO“.  Mostra che rappresenta questa applicazione artistica e anche la conclusione di un progetto triennale, portato avanti insieme all’Ufficio diocesano Beni culturali dedicato alla conoscenza, studio, recupero e valorizzazione di questo specifico patrimonio artistico creato in particolare per spazi sacri e per la devozione pubblica e privata: le sculture in terracotta realizzate nel Rinascimento nel territorio a Padova.


È proprio a Padova, infatti, che tra Quattrocento e Cinquecento si registra una straordinaria fioritura di sculture in terracotta, grazie anche alla presenza prolungata e attiva in città di Donatello (impegnato nel cantiere della Basilica di Sant’Antonio, 1443-1453) e della sua bottega, e, dopo di lui, di artisti quali Bartolomeo Bellano, Giovanni De Fondulis e Andrea Riccio. Scultori che creavano capolavori in pietra, marmo, bronzo, ma anche nella più umile, (e meno costosa) terracotta. Opere preziose ed espressive, e per questo molto ambite e richieste.
Per la mostra arriveranno al Museo diocesano di Padova numerose opere dal territorio – tra cui quelle restaurate grazie alla campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi “Mi sta a cuore” – ma anche significativi “prestiti” da musei internazionali, e alcuni “inediti”, per costruire un percorso artistico e storico attorno a questo particolare settore scultoreo