LOADING

Type to search

Il “non compleanno” di Rossini si festeggia a Pesaro

Cibo, arte e viaggi

Il “non compleanno” di Rossini si festeggia a Pesaro

studiokina 11 Febbraio 2019

Un buon “non compleanno” a Gioacchino Rossini! Il cappellaio matto di Lewis Carrol non c’entra: il grande compositore è nato precisamente il 29 febbraio1792, anno bisestile. Un ulteriore segno della sua unicità. Pesaro, la sua città – di nascita e d’elezione, dal momento che nel testamento la designò come sua erede universale – gli tributerà un grande omaggio lungo una settimana, dal 24 febbraio al 3 marzo.
Lungo le strade della città si potranno ascoltare le arie composte da Rossini, grazie alla filo diffusione, e si accenderanno le luminarie d’artista firmate da Antonio Marras, poliedrico stilista e creativo. Le luminarie potranno essere ammirate salendo in cima alla nuova torre panoramica, inaugurata a novembre, con vista sul mare e la città: anche questo nuovo simbolo cittadino diffonderà i brani di Rossini, creando un’atmosfera sospesa e romantica, cullata dalle onde dell’Adriatico.

Ma c’è di più: i visitatori sono invitati a salire a bordo di un’ideale macchina del tempo a Casa Rossini, il museo allestito nella casa natale del compositore. Passeggiando tra una stanza e l’altra in compagnia di un amabile e ironico Gioachino Rossini si scoprono aneddoti e storie di uno dei più grandi italiani della sua epoca. Grazie a dei visori per la realtà aumentata si può seguire Rossini attraverso un’esplorazione a tappe, una Rossini Experience fatta di aneddoti e musica, con degustazione finale: l’altra sua grande passione era proprio la cucina, naturalmente accompagnata da buoni vini. Sempre a Casa Rossini, appuntamento con Figaro, il factotum della città, che attende i visitatori per un momento di relax – barba e capelli – sulla poltrona del barbiere di Siviglia.

Anche il Treno a Vapore che unisce Ravenna ai luoghi del Carnevale di Fano festeggia Rossini con una carrozza della vettura storica a lui dedicata. Domenica 3 marzo i viaggiatori che faranno tappa a Pesaro saranno accolti da un ‘benvenuto rossiniano’, un divertente momento musicale sulla banchina.

A Palazzo Mosca, “Pesaro racconta Rossini” è un percorso esperienziale e multimediale che racconta l’intreccio tra la vita del compositore, ricca di aneddoti interessanti, e la sua opera. I visitatori potranno inoltre ammirare la prestigiosa collezione Hercolani-Rossini – 38 dipinti e un marmo che i nobili bolognesi Hercolani diedero a un Rossini in punto di morte per ripagarlo di un debito – e scoprire la storia del Conservatorio intitolato al grande compositore attraverso una serie di preziosi documenti originali.

Grazie ad Apahotel che ha selezionatole migliori strutture ricettive della zona, è possibile usufruire di pacchetti turistici dedicati. Menu personalizzati per bambini, gadget rossiniani e speciali sconti e promozioni nei ristoranti, gelaterie e pizzerie della zona mare e centro, oltre a uno sconto speciale per un giro panoramico a 75m e la prenotazione garantita per “barba e capelli da Figaro, il Barbiere a Casa Rossini”