LOADING

Type to search

Crociere nei mari del sud-est asiatico: accordo Costa Crociere e Singapore

Come andare

Crociere nei mari del sud-est asiatico: accordo Costa Crociere e Singapore

studiokina 4 Ottobre 2018

E’ sempre più facile visitare il sud-est asiatico con delle apposite crociere, partendo da là. Costa Crociere ha annunciato di aver rinnovato la partnership con Singapore Tourism Board (STB) e Changi Airport Group (CAG). Il nuovo accordo triennale potrà contare sulla presenza a livello globale di Costa, sull’offerta di Singapore come homeport crocieristico e sulla connettività dell’aeroporto di Changi per rafforzare ulteriormente l’attrattività del Sud-est asiatico come destinazione crocieristica.
La partnership – si legge in una nota – prevede l’avvio di iniziative di co-marketing in diversi paesi in cui Costa opera e include la creazione di pacchetti unici dedicati agli ospiti di Costa Crociere. L’obiettivo è quello di portare oltre 100.000 crocieristi internazionali a Singapore con la formula fly&cruise nei prossimi tre anni.

Costa Crociere è stata la prima compagnia al mondo ad effettuare crociere regolari in Asia a partire dal 2006. Attualmente sono 4 le navi, su 14 totali della flotta Costa, ad essere posizionate in Asia e destinate al mercato asiatico durante tutto l’anno. Tra queste Costa Fortuna, nave con una capacità totale di 3.470 ospiti, che al momento opera in Estremo Oriente e a partire da metà novembre 2018 fino a marzo 2019 avrà come homeport Singapore.

Singapore è un’importante crocevia nella regione del Sud-est asiatico per i crocieristi, grazie alla sua posizione strategica, al crescente mercato del turismo e alle sue principali infrastrutture aeree e navali. Nel 2017, Singapore ha accolto 421 scali di navi da crociera e ha registrato un numero di passeggeri pari a 1,38 milioni. Ciò rappresenta un aumento rispettivamente del 3% e del 17% se confrontato con i dati del 2016.