LOADING

Type to search

Cosa centra San Francesco con la Cosmopittura? Ad Assisi la mostra di Antonio Fiore

Cibo, arte e viaggi

Cosa centra San Francesco con la Cosmopittura? Ad Assisi la mostra di Antonio Fiore

studiokina 7 Dicembre 2018

L’inaugurazione si tiene domenica 9 dicembre alle 11,45 ad Assisi presso Palazzo del Monte Frumentario e sarà aperta al pubblico fino al prossimo 6 gennaio. Una mostra di pittura che vedrà protagonista Antonio Fiore, probabilmente l’ultimo vero futurista presente nel nostro paese. Una mostra ideata per il compleanno dell’artista, Fiore ad agosto ha compiuto 80 anni, e che cercava una sede appropriata per una vasta retrospettiva.

La scelta è caduta su Assisi. Un posto alquanto insolito per un personaggio legato mani e piedi al movimento Futurista, tanto che le figlie di Giacomo Balla definirono Fiore l’ultimo Futurista. Fiore, un manager pubblico, inizia la sua passione e la sviluppa con Sante Monachesi e partecipa al movimento Agrà, dove la visione dell’infinito prende forma pittorica sulla scia appunto del futurismo. Ma questo ancora non spiega perchè Assisi, fermo restando l’alto senso religioso di Antonio Fiore e della sua famiglia: la sua unica figlia ha completamente abbracciato la religione facendosi suora.

La scelta di Assisi ha un senso se si considera a che cosa è giunta la pittura del maestro, vero leader della Cosmopittura, un futurismo tutto orientato all’universo. Al Cosmo, quel cosmo a cui con grande amore guardava proprio quel Francesco che poi sarebbe diventato il Giullare di Dio e il Patrono d’Italia. L’Universo, il cosmo come opera di estrema grandezza di quello che i cristiani riconoscono come il proprio creatore. Quindi quale migliore sito per un’antologica se non Assisi? Quale migliore occasione per avvicinare la Cosmopittura all’arte sacra?

Un’esagerazione? Forse no se viene tutto descritto con umiltà e interesse di conoscenza e proposta. Nella mostra Fiore presenta tre quadri nuovi dedicati al santo: Fratello Fuoco, Sorella Luna; Assisi; San Francesco. Una sorta di ponte che faciliti questo connubio “dal post futurismo alla cosmopittura”.. In totale 55 quadri da vedere e vivere compresi dieci di Futurismo puro e storico – da Ball a Dottori – della collezione personale di Antonio Fiore.