LOADING

Type to search

Bagan diventa da oggi patrimonio dell’umanità

Mondo

Bagan diventa da oggi patrimonio dell’umanità

studiokina 7 Luglio 2019

La decisione è di ieri. Bagan la Valle dei Templi in Myanmar, il nuovo nome della Birmania. è stata inserita nella lista della World Heritage, come Patrimonio dell’Umanità, dal Comitato dell’Organizzazzione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura, che si è riunito a Baku.

Mai questo riconoscimento ha avuto un senso logico come nel caso di Bagan. Chi ha avuto la fortuna di poter visitare quelo luogo non può che condividere questa scelta, anzi ci si chiede perchè non è stata fatta prima. Ora alcuni degli oltre 2500 tra templi, pagode e stuba che insistono nella valle sono stati anche ristrutturati dopo le ferite inferte nel corso dei secoli soprattutto da alcuni terremoti. Un aiuto importante è arrivato anche dalla Cooperazione Italiana con nostri investimenti diretti.

Indubbiamente Bagan, antica capitale di vari regni della Birmania, èuno dei siti archeologici più ricchi del Sud-Est asiatico e traccia un legame immaginario tra buddismo e altre religioni come si evidenzia in Cambodia con Siem Reap.

In questa zona del mondo si può affermare che stiamo parlando delle due nuove destinazioni turistiche di questo millennio, dove l’aspetto culturale è preponderante su quello ludico ovviamente, Bagan è ancora tutta da scoprire anche perchè non ci si rende conto di che cosa stiama parlando. Provate ad immaginare un luogo sacro di 40 chilometri quadrati dove in qualsiasi posto vi fermiate, davanti, di lato, alle spalle, indifferentemente vedete delle pagode.costruite tra l’XI e il XII secolo dopo Cristo, circa mille anni fa.