LOADING

Type to search

Artefiera Bologna. E la Torre Prendiparte diventa galleria d’arte contemporanea.

Le città propongono

Artefiera Bologna. E la Torre Prendiparte diventa galleria d’arte contemporanea.

studiokina 3 Gennaio 2019

L’idea è di un privato ma l’amministrazione comunale ha dato, giustamente, il proprio benestare per impreziosire la più grande fiera dell’arte che si scolge nel nostro paese.
La MLB esporrà nei giorni di ArteFiera 2019 (31 gennaio – 3 febbraio 2019) in una spettacolare torre nel centro di Bologna, dove ogni artista avrà a disposizione un piano di questo particolarissimo grattacielo medievale trasformato in un rifugio d’arte, la Torre Prendiparte. E’ una delle venti torri che rimangono dal periodo di massimo splendore della città, la seconda più alta di Bologna.

Uno spazio di grande suggestione che ha 900 anni, originariamente costruito come rifugio per la potente famiglia Prendiparte, poi seminario e nel Settecento prigione religiosa. Le opere dei sette artisti saranno allestite ad hoc armonizzandosi con gli spazi della torre, compreso l’accogliente salotto arredato in stile classico, la camera da letto soppalcata, la cucina, l’ex carcere in cui è ancora possibile vedere i graffiti lasciati dai prigionieri sugli antichi muri.

Dai primi piani dedicati alla fotografia d’arte con opere inedite e intimistiche di Anna Di Prospero e Silvia Camporesi, ai lavori concettuali di Maurizio Camerani, dalle installazioni dei giovanissimi Francesco Pozzato e Fabio Ranzolin, alle opere intensamente spirituali di Ketty Tagliatti.
L’evento, organizzato dall’associazione MLB di Ferrara-Porto Cervo, è nato – si legge in una nota – da una sinergia virtuosa tra il proprietario della torre, Matteo Giovanardi, e la storica dell’arte Maria Livia Brunelli, da anni attiva a livello nazionale e internazionale per la promozione dei giovani artisti di talento.

L’ingresso sarà riservato e a numero chiuso (per informazioni +39 3467953757; mlb@mlbgallery.com) e verranno organizzati ogni sera aperitivi riservati per gli addetti ai lavori, con possibilità di salire anche sulla terrazza panoramica che offre una vista mozzafiato sullo skyline storico di Bologna.