LOADING

Type to search

A Paestum si parte in mongolfiera

Come andare

A Paestum si parte in mongolfiera

studiokina 10 Settembre 2018

Mongolfiere che passione! Dal mito di Dedalo e Icaro in poi, molti sono i racconti e le cronache dei tentativi, generalmente fallimentari, compiuti da temerari sperimentatori. Nel secolo dell’Illuminismo, però, ci fu un evento che cambiò la storia del volo: in Francia nacquero i fratelli Montgolfier e con loro qualcosa destinato ad entrare nel mito: la Mongolfiera. Mezzo di trasporto romantico, la mongolfiera continua oggi, a distanza di secoli, ad esercitare un grande fascino su curiosi ed appassionati.

Dal 29 settembre al 7 ottobre il Festival delle Mongolfiere di Paestum permetterà a tutti di librarsi in volo a bordo di una mongolfiera e ammirare dall’alto l’Area Archeologica. Quattro gli hotel del gruppo Space Hotels in zona, pronti ad accogliere con il loro comfort tutti i romantici che giungeranno qui per prendere parte a questa manifestazione unica.

Quando nel 1783 decollò la prima mongolfiera, al cospetto di Luigi XVI e Maria Antonietta, aveva a bordo un gallo, un’oca ed una pecora. Un paio di mesi dopo i fratelli Montgolfier realizzarono il sogno di far volare degli esseri umani, cosa che consacrò Jean-François Pilâtre de Rozier e il Marchese d’Araldes come i primi aeronauti della storia e del mondo.

Nel 2018 volare potrebbe aver perso il suo fascino, abituati come siamo a prendere voli low cost ed arrivare in poche ore quasi ovunque. Eppure c’è qualcosa di magico nel volo in mongolfiera, qualcosa che continua ad alimentare i sogni e a far nascere eventi come il Festival delle Mongolfiere di Paestum, cui prenderanno parte, infatti, circa 30 mongolfiere provenienti da tutta Europa.

Si potrà scegliere fra due tipi di esperienze: il volo vincolato ed il volo libero.
Il primo vede le mongolfiere alzarsi in volo ad un’altezza di 20/25 metri. Questo permetterà ai partecipanti di ammirare il panorama rimanendo saldamente ancorati al terreno.
Il secondo volo, più impegnativo ma di certo più emozionante, è libero da vincoli ed ha una durata che può variare dai 30 ai 50 minuti. La partenza sarà dall’area archeologica di Paestum e l’atterraggio si svolgerà, in completa sicurezza, in un punto pianeggiante che i conduttori identificheranno durante l’escursione.
I decolli, che si svolgeranno la mattina ed il pomeriggio, saranno spettacolarmente vicini all’area dei templi ed i biglietti venduti andranno a sostegno del prosieguo della manifestazione